La lista dei romanzi arabi tradotti in italiano nel 2017

Con un po’ di colpevole ritardo, ecco la lista delle traduzioni di romanzi scritti da autori arabi, in arabo o in lingue europee, tradotti in italiano nel 2017.

Ve lo anticipo: il 2017 è stato l’anno “nero” per le traduzioni dall’arabo. Sono solo tre i romanzi arabi tradotti in italiano e il resto – non moltissimo – è stato tradotto da lingue europee.

Il più venduto, letto e amato, nonché quello di cui più si è parlato, è naturalmente Il ritorno di Hisham Matar che in realtà non è propriamente un romanzo ma un’autobiografia, un racconto di viaggio, un diario di bordo, scritto come se fosse un romanzo e che si legge come tale. Matar, tra l’altro, firma anche uno dei due titoli “bonus tracks” di questa lista, perchè è l’autore di un albo illustrato per bambini. Tra i bonus c’è anche il bellissimo fumetto Il piano orientale, dell’illustratrice libanese – francese Zeina Abirached, prima pubblicata da Il Becco giallo e che con questo romanzo grafico fa il suo ingresso nella famiglia Bao Publishing. Non poteva mancare neanche la raccolta di racconti arabi classici e moderni pubblicata da Bompiani e curata da Isabella Camera d’Afflitto, che ha rieditato una vecchia raccolta dello stesso genere pubblicata diversi anni fa, traducendo nuovamente alcuni racconti e aggiungendone di nuovi,

I titoli dal francese appartengono tutti alla collana Altriarabi dell’editore abruzzese Il Sirente, collana finanziata dal progetto Europa Creativa che è però giunto al termine. Vediamo quindi cosa succederà quest’anno con i titoli tradotti dalle lingue europee visto che negli ultimi due anni per Altriarabi erano usciti un bel po’ di titoli.

Una cosa però ve la posso anticipare: le traduzioni dall’arabo dovrebbero essere sensibilmente più numerose nel 2018. Intanto a marzo esce finalmente (lo avevo dato erroneamente in uscita a settembre 2017) il romanzo di Khaled Khalifa Non ci sono coltelli nelle cucine di questa città (Bompiani, trad. di Maria Avino), e sempre a marzo esce un altro romanzo siriano: Quelli che hanno paura, di Dima Wannous (Baldini & Castoldi, trad. di Elisabetta Bartuli e Cristina Dozio). Per conoscere il resto, dovrete continuare a seguirmi ;)

Dall’arabo

L’italiano, di Shukri al-Mabkhut (e/o); trad. di Barbara Teresi

Il suonatore di nuvole, Ali Bader (Argo edizioni); trad. di Monica Ruocco

I guardiani dell’aria, di Rosa Yassin Hassan (Poiesis); trad. di Federica Pistono

Dall’inglese

Fuori da Gaza, di Selma Dabbagh (Il Sirente); trad. di Barbara Benini

Il ritorno, di Hisham Matar (Einaudi); trad. di Anna Nadotti

L’angelo della storia, di Alameddine Rabih (Bompiani); trad. di L. Vighi

Dal francese

Le ballerine di Papicha, di Kaouther Adimi (Il Sirente); trad. di F. Pistono

La Mecca-Phuket, di Saphia Azzeddine (Il Sirente); trad. di I. Vitali

Un uomo non piange mai, di Faiza Guène (Il Sirente); trad. di F. Pistono

Dallo svedese

Tutto quello che non ricordo, di Jonas Hassen Khemiri (Iperborea); trad. di Alessandro Bassini

*Bonus tracks

Il piano orientale, di Zeina Abirached (BAO Publishing); trad. dal francese di Roberto Lana

Voci di scrittori arabi di ieri e di oggi, AA.VV. (Bompiani); trad. dall’arabo e cura di Isabella Camera d’Afflitto

Il libro di Dot, di Hisham Matar e Gianluca Buttolo (Renoir Comics)

Passaggi in Siria, di Samar Yazbek (Sellerio); trad. dall’inglese di di A. Grechi

PS – per errori e correzioni scrivetemi qui: editoriaraba@gmail.com

 

 

 

 

 

 

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...