“La nuova frontiera”: storie a fumetti tra Italia, Tunisia e Svizzera a Tunisi

Ieri l’Istituto italiano di Cultura di Tunisi ha ospitato l’inaugurazione della mostra di fumetti La nuova frontiera, un progetto ideato e curato da Open Week che vede la partecipazione di disegnatori italiani, tunisini e svizzeri dei collettivi La biblioteca delle Nuvole, Lab619 e Associazione Fokus Illustration.

Dodici sono le tavole in mostra fino al 25 ottobre, che illustrano le interpretazioni dei dodici artisti sui temi della pandemia, cambiamento climatico e migrazioni. Ogni artista ha firmato la propria tavola, che va a comporre un quadro più ampio insieme a quelle degli altri artisti, creando una storia circolare in arabo, italiano e francese. Il coordinamento artistico è di Claudio Ferracci e Abir Gasmi.

Sinossi

Dodici avventure, una storia in un futuro non troppo lontano, virus e pandemie hanno invaso la Terra e il lockdown è diventato norma comune. Gli scienziati non sono riusciti a testare vaccini efficaci e le popolazioni adottano speciali protezioni ed escono solo per necessità di base. Tutte le frontiere sono chiuse e solo raramente vengono rilasciati permessi speciali a chi deve viaggiare. Al contempo i cambiamenti climatici – tra cui siccità, temperature insostenibili, alluvioni e disastri naturali – hanno portato molti paesi a diventare inabitabili e le persone ricorrono a metodi pericolosi e affrontano grandi rischi per spostarsi da un paese ad un altro e riuscire così a sopravvivere. Per di più gli stranieri sono diventati sinonimo di pericolo e contagio, mezzi di trasmissione di virus. Sono mal tollerati, spesso rifiutati, evitati, disprezzati, in alcuni casi attaccati. Molti sono utilizzati da trafficanti d’uomini che li espongono a malattie e violenze. Ciò li porta a cercare e usare differenti strategie di adattamento e difesa. Si nascondono, si camuffano e perlopiù finiscono per vivere in società parallele.

“La nuova frontiera” è realizzata grazie al generoso sostegno dell’Ambasciata d’Italia a Tunisi, l’Istituto Italiano di Cultura di Tunisi e in collaborazione con l’Ambasciata di Svizzera in Tunisia, nell’ambito della XX Settimana della Lingua Italiana nel Mondo promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), il cui tema quest’anno è «L’italiano tra parola e immagine: graffiti, illustrazioni, fumetti».

Tutte le informazioni le trovate a questo link.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.