Ucciso lo scrittore giordano Nahed Hattar

Lo scrittore e giornalista giordano Nahed Hattar, 56 anni, è stato ucciso questa mattina con colpi di arma da fuoco davanti agli edifici della Corte Suprema ad Amman.

Hattar era sotto processo per aver condiviso sulla sua pagina Facebook, lo scorso agosto, una vignetta (di autore ignoto) che raffigura il Paradiso dove un uomo con la barba, che fuma nel letto con due donne, chiede a Dio di portargli da bere, da mangiare e di bussare prima, la prossima volta che vuole disturbarlo. Secondo alcuni media, la vignetta sarebbe stata postata con il titolo di “Il Dio di Daesh” e l’uomo barbuto sarebbe un noto esponente dell’ISIS.

La vignetta in Giordania era stata ritenuta un insulto all’Islam e aveva provocato molte critiche sui social media e tra l’opinione pubblica. Hattar, ateo ma di confessione cristiana, si era “difeso” spiegando che la sua intenzione non era assolutamente quella di offendere la religione musulmana bensì mettere alla gogna i militanti dell’ISIS, che con l’Islam non hanno nulla a che vedere. Dopo la pubblicazione, Hattar era stato arrestato e poi rilasciato a settembre su cauzione. Era in attesa di giudizio.

Su Repubblica online e Ansa trovate un resoconto più dettagliato della vicenda.

Qui invece trovate la vignetta incriminata, di cui non si conosce l’autore.

2 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...