Elias Khoury e Farouk Mardam Bey (e tanti altri) al Festival di Internazionale a Ferrara

ferrara2013_logoOttobre, ovvero, il momento di Internazionale e del suo bellissimo Festival. Per tre giorni, dal 4 al 6 ottobre, la redazione della rivista di politica e cultura internazionale più famosa d’Italia trasformerà la splendida città estense nella “redazione più bella del mondo”.

Non mancheranno naturalmente gli appuntamenti con i libri e la cultura sul mondo arabo. Vediamoli insieme.

Si comincia sabato 5 ottobre alle 11 (presso il mercato coperto) con la presentazione dei due libri sulla Siria del momento: Siria. Dagli ottomani agli Asad. E oltre (Mondadori, 2013), di Lorenzo Trombetta, giornalista dell’ANSA basato a Beirut e La felicità araba. Storia della mia famiglia e della rivoluzione siriana (Add Editore, 2013), di Shady Hamadi, giornalista e attivista italo-siriano.

Introduce e modera Francesca Sibani, della redazione Africa e Medio Oriente di Internazionale.

mardam_beyAlle 12.30, sempre al mercato coperto, sarà il momento gastronomico-cultural-letterario di Farouk Mardam Bey. Storico ed editore franco-siriano, direttore della collana Sindbad della casa editrice Actes Sud, dedicata alla letteratura araba classica e contemporanea, ed esperto (e appassionato, ci mancherebbe!) di gastronomia araba a cui ha dedicato due libri, tradotti anche in italiano: Il trattato dei ceci (trad. di C. Pastura, Mesogea, 2011), insieme a Robert Bistolfi e La cucina di Ziryab. 83 ricette per un’iniziazione pratica alla gastronomia araba (trad. di Samuela Pagani, Edizioni Lavoro, 2000).

L’incontro, dal titolo “Uno straordinario popolo di viaggiatori. Dal Mediterraneo all’India l’ avventura dei ceci tra storia e gastronomia” sarà guidato da Elisabetta Bartuli, arabista e traduttrice della Cà Foscari di Venezia. A seguire degustazione di ricette italiane, mediorientali e asiatiche (ingresso su tagliando!).

ekhoury-mosabAlle 14.30 in Piazza Municipio sarà il turno dello scrittore libanese Elias Khoury, assolutamente da non perdere. Insieme al giornalista Gad Lerner, dialogherà sul tema del ruolo degli intellettuali in Medio Oriente.

L’acclamato autore di romanzi come Yalo, Facce bianche e La porta del sole (tutti pubblicati da Einaudi) sarà anche protagonista, il giorno dopo, di un altrettanto imperdibile incontro, in cui parlerà di letteratura insieme a Elisabetta Bartuli. Appuntamento quindi domenica 6 alle 14 al Chiostro di San Paolo.

Lo scrittore algerino Amara Lakhous chiude questa mini rassegna letteraria arabista con la presentazione del suo ultimo libro: Contesa per un maialino italianissimo a San Salvario (e/o, 2013). L’incontro, moderato dal giornalista Stefano Solis, si terrà sabato alle 17.30 a Palazzo Roverella.

Naturalmente questi sono solo alcuni degli innumerevoli incontri organizzati a Ferrara. Per maggiori informazioni consultate il programma (non di agevole lettura, va detto) a questo link.

E speriamo di vederci a Ferrara, inshallah!

2 comments

  1. […] Ma come dice Bartuli, eppur qualcosa si muove. Migliora la qualità delle traduzioni, si scelgono “filoni” più che la nazionalità (vedi i thriller di Mourad inseriti da Marsilio in una collana di gialli) e alcuni autori arabofoni sono stati invitati ai Festival di Mantova, Lucera a Ferrara. […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...