Arriva in Italia “Filastin”, di Naji al-Ali. Con presentazione di Vauro a Torino

383279_521649987893338_1358787679_nLa matita di colui che è forse il più conosciuto caricaturista palestinese è arrivata finalmente in italiano con “Filastin. L’arte di resistenza del vignettista palestinese Naji al-Ali” (Eris, pp.224, 17 Euro).

Filastin “contiene 175 vignette originali accuratamente restaurate e raggruppate in 5 capitoli: Palestina, Libano, Paesi Arabi e Occidente, Petrolio, Valori Universali” (ansamed).

Centosettancique vignette originali sono state accuratamente restaurate, in collaborazione con Khaled al-Ali figlio dell’artista, e nel libro sono accompagnate da un’intervista inedita in Italia rilasciata da Naji al-Ali alla giornalista e scrittrice Radwa Ashour. Inoltre è introdotto da una prefazione di Vauro Senesi e dagli endorsement scritti dal fumettista Joe Sacco, il vignettista di Le Monde Plantù, e il giornalista de il Manifesto Michele Giorgio. (lospaziobianco)”

Cito ancora da ansamed: “Parte del ricavato del libro, rende noto la casa editrice torinese, andra’ a finanziare alcuni progetti portati avanti dal Comitato di Solidarieta’ del Popolo Palestinese di Torino che ha contribuito alla pubblicazione e alla traduzione dei testi del volume”.

Proprio a Torino, sabato 18 alle 16.30 alla Libreria Belgravia (Via Vicoforte 14/d), Vauro (che ne ha curato la prefazione) presenterà l’antologia. Cercherò di andarci, visto che in quei giorni sarò in città per il Salone.

HandalaNaji al-Ali è celebre in tutto il mondo anche per aver creato il disegno del piccolo Handala: il piccolo palestinese di 10 anni (tanti ne aveva l’autore quando con la sua famiglia fu costretto a lasciare la sua casa, in Palestina) raffigurato sempre di spalle, a ricordare come il mondo abbia voltato le spalle alla Palestina e ai suoi abitanti.

Qualche giorno fa ho scritto di Ghassan Kanafani, rimasto ucciso in un attentato terroristico a Beirut nel 1972. Stesso tragico destino toccò ad al-Ali, assassinato a Londra nel 1987 da un attentatore rimasto ancora senza nome.

La letteratura e l’arte sono pericolose per chi non le frequenta.

Se volete saperne di più su Naji al-Ali, vi consiglio quanto il mio amico Rabii El Gamrani qualche mese fa ha scritto su ALMA.

Un grazie virtuale a @exLibrisDOE e @jamaljadallah che inconsapevolmente mi hanno aiutata a venire a conoscenza del volume e della presentazione. 

2 commenti

  1. Io c’ero alla presentazione ieri, pomeriggio di commozione e di desiderio di continuare la lotta anche per la libertà della Palestina. Il libro non riesco a sfogliarlo perché la commozione ad ogni vignetta la commozione mi stringe la gola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.