Maram al-Masri al X Festival della Letteratura Mediterranea

Il 19 settembre comincia a Lucera (Foggia) il Festival della Letteratura Mediterranea, giunto quest’anno alla sua decima edizione. Tuttavia leggendo il programma mi pare che, a dispetto del titolo, gli autori “mediterranei” siano un po’ meno rispetto agli anni passati. Sarà forse una questione di crisi economica? Immagino di sì, purtroppo. E si sa, la cultura è sempre una delle vittime predilette quando si tratta di tagli e spending review.

Ai lettori del blog però farà forse piacere sapere che il giorno di chiusura del Festival, domenica 23 settembre alle ore 19.00, interverrà la poetessa (e attivista) siriana Maram al-Masri, in un incontro dal titolo Il riscatto e la dignità, liberarsi con le parole, in cui colloquierà con Costanza Ferrini, esperta di letteratura del Mediterraneo e collaboratrice della casa editrice Mesogea.

Dopo l’incontro, alle 21, è previsto un momento musicale che accompagnerà la letture delle poesie di al-Masri dal titolo: Per sola patria i fogli e le parole. H E R ed il suo violino interpretano la poesia di Maram al-Masri.

Sulla fanpage di Fb della poetessa sono apparse alcune liriche tradotte in italiano, non so da chi però:

20

Ho ucciso mio padre

quella notte

o quel giorno

non so più,

fuggendo con una sola valigia,

colma di sogni senza memoria,

e una fotografia

di me con lui,

da piccola

mentre mi portava

in braccio.

 

Ho seppellito mio padre

in una bella conchiglia

in un oceano profondo,

ma mi ha ritrovata

nascosta sotto il letto

tremante di paura

e di solitudine.

89

Io riempio il ventre

del mio armadio

di vestiti e d’illusioni,

li compero

per farmi bella,

li appendo invece di portarli,

saturo lo spazio

fino a che esploda.

Il tuo vuoto è insaziabile.

 ***

Il programma completo del Festival invece è il seguente:

X Edizione Festival della Letteratura Mediterranea |  Liber-e Parole |  Lucera, 19 – 23 settembre 2012

Mercoledì 19 settembre

– Ore 19.00 – cortile Palazzo Vescovile

Apertura del Festival con la presenza dell’Assessore regionale al Mediterraneo Silvia Godelli e saluto delle Autorità.

– Ore 19.30

La manutenzione della cultura

Conversazione multimediale con Antonio Pascale, autore italiano.

Giovedì 20 settembre

– Ore 9.30 – Istituto Bozzini-Fasani

Parole e intercultura

Antonio Ferrara – autore italiano per l’infanzia e l’adolescenza – incontra gli alunni delle Scuole Primarie di Lucera.

– Ore 11.00 – Istituto Bozzini-Fasani

Pane, albero e parole

Laboratorio di scrittura creativa con gli alunni delle Scuole Primarie ideato e condotto da Gerardo Di Feo.

– Ore 19.00 – Piazza Lecce

Meno letteratura per favore: parole senza finzione

Filippo La Porta, autore italiano, a colloquio con Davide Orecchio.

– Ore 21.30 – Piazzetta Ar

MASCIARE

Performance di danza di strada con: Carolina Grandela (ES), Maria Robin (FR), Patricia Alvarez (ES), Natalia Bonanese (IT).

Venerdì 21 settembre

– Ore 9.00 – Istituto E. Tommasone

Parole e intercultura

Antonio Ferrara – autore italiano per l’infanzia e l’adolescenza – incontra gli alunni delle Scuole Primarie di Lucera.

– Ore 10.30 – Istituto E. Tommasone

Pane, albero e parole

Laboratorio di scrittura creativa con gli alunni delle Scuole Primarie ideato e condotto da Gerardo Di Feo.

– Ore 12.00 – Piazza Matteotti

Pane, albero e parole

Performance espressiva a chiusura del laboratorio, ideata e condotta da Gerardo Di Feo.

– Ore 19.00 – Piazza Oberdan

Parole libere nella rete

Antonio Menna, autore italiano, a colloquio con Pino Bruno.

– Ore 21.30 – Piazza Santa Caterina

Le ragioni del viaggio

Reading spettacolo di Vito De Girolamo.

Sabato 22 settembre

– Ore 10.30 – Aula magna Istituto Marrone

Stay hungry, stay foolish. Lavoro, ispirazione e tecnologia

Antonio Menna presenta “Se Steve Jobs fosse nato a Napoli” agli alunni degli Istituti superiori di Lucera. Modera Pino Bruno.

– Ore 19.00 – Piazza Tribunali

La vendetta del traduttore

Brice Matthieussent, autore francese, a colloquio con Franca Cavagnoli.

– Ore 21.30 – Piazzetta Del Vecchio

L’amore, il vento e la fine del mondo – parole da Qoèlet, Cantico dei Cantici e Apocalisse

Spettacolo a cura di TEATRODILINA.

Con: Francesco Colella, Silvia D’Amico, Leonardo Maddalena

Found footage music and sound: Giuseppe D’Amato

Musiche originali: Alessandro Linzitto – Linz

Scenografia: Salvo Ingala

Regia: Francesco Lagi

In collaborazione con *Festival *Troia *Teatro

Domenica 23 settembre

– Ore 11.00 – cortile Palazzo De Nicastri

L’identità nelle parole

Meir Shalev, autore israeliano, a colloquio con David Micheletti.

– Ore 19.00 – Largo Granata

Il riscatto e la dignità, liberarsi con le parole

Maram al-Masri, poetessa siriana, a colloquio con Costanza Ferrini.

– Ore 21.00 – Largo Granata

Per sola patria i fogli e le parole

H E R ed il suo violino interpretano la poesia di Maram al-Masri.

_______________________________

– Orari e luoghi degli incontri potranno subire delle variazioni.

– In caso di maltempo, gli incontri si terranno presso “Galleria Mandredi”

Info: http://www.mediterraneoecultura.it/

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...