La primavera araba non esiste: parola di Khaled al-Khamissi

Questo slideshow richiede JavaScript.

In occasione dello svolgimento del secondo turno delle elezioni  presidenziali egiziane, sul quotidiano la Repubblica uscito ieri in edicola, figurava questa intervista di Donatella Alfonso allo scrittore egiziano Khaled al-Khamissi, autore di Taxi (Il Sirente, 2008).

Taxi è un viaggio nella sociologia urbana della capitale egiziana attraverso le voci dei tassisti. Una raccolta di storie brevi che raccontano sogni, avventure filosofiche, amori, bugie, ricordi e politica. I tassisti egiziani sono degli amabili cantastorie che, con disinvoltura, conducono il lettore in un dedalo di realtà e poesia che è l’Egitto dei nostri giorni.

(dal sito della casa editrice)

La pubblico qui, sotto forma di foto, per chi di voi se la fosse persa!

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...