Notizia veloce, cattiva notizia: lo scrittore Khaled Khalifa aggredito oggi in Siria

Aprendo questo blog avevo stabilito di non occuparmi di politica del mondo arabo. Perchè considero i libri e la letteratura un posto sicuro in cui potersi riparare, in cui rifuggire per “fuggire” dalle brutture del mondo.

Ovviamente sono consapevole di quanto suoni naive questo atteggiamento e soprattutto fuori luogo quando rivolto alla realtà dei paesi arabi, dove storia, politica, attualità e letteratura sono interconnessi a livelli inimmaginabili.

Questa lunga premessa serve ad introdurre una notizia terrificante, fra le tante che giungono ormai da più di un anno dalla Siria: oggi a Damasco lo scrittore siriano Khaled Khalifa, autore de L’elogio dell’odio (Bompiani, 2011), finalista dell’IPAF nonchè attivista, è stato trascinato via dalla folla durante un funerale e aggredito brutalmente dalle forze di polizia. Un resoconto più completo dell’accaduto lo si trova su SiriaLibano.  

Khaled Khalifa è lo stesso scrittore che si era rivolto agli intellettuali di tutto il mondo qualche mese fa affinchè denunciassero i massacri che il regime siriano stava perpetrando in Siria:

So che la scrittura è impotente e nuda al cospetto dei cannoni, dei carri armati e dei missili russi che bombardano le nostre città e i nostri civili, ma non ho alcuna invidia del vostro silenzio complice della morte del mio popolo.

Shady Hamadi lo ha ricordato con questo video, in cui compare in un puntata de L’infedele di qualche tempo fa.

***

Non ho ancora letto il suo Elogio dell’odio, ma vorrei davvero poter leggere ancora tanto di questo coraggioso uomo.

6 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...